Metateatro a Roma: tre titoli esilaranti.

Consigliato da una amica, ritorno a teatro dopo un po’ di tempo per vedere “Rumori fuori Scena”, commedia di Michael Frayn in scena al teatro Vittoria  per il 33°anno consecutivo. Il lavoro teatrale nasce nel 1982 a Londra con il nome originale “Noises off” e fu portato in Italia proprio dal Vittoria l’anno successivo.
Parliamo di “metateatro”, cioè di una rappresentazione teatrale che si svolge all’interno di un’altra. La trama in sé è abbastanza semplice: una compagnia teatrale sta facendo le prove generali di uno spettacolo (fittizio) chiamato “Niente addosso”, ma i meccanismi ancora non funzionano in quanto gli attori non ricordano battute e tempi di entrata in scena. Anche perché sono distratti da vari storie personali (amori, gelosie, alcolismo) che nel primo atto si intravedono appena, ma nel secondo si svelano più approfonditamente. Viene quindi capovolta la visuale e lo spettatore osserva non più la scena (un interno di un villino apparentemente disabitato) ma il dietro le quinte durante una “normale” rappresentazione. La visita dell’ex regista (quello del primo atto) genera  una serie di equivoci, svela i rapporti di amore più o meno nascosti, le invidie, le gelosie e le vendette. Tutto ciò mentre va in scena “Niente addosso” (dall’altra parte della scena), con inevitabili (ed esilaranti) ripercussioni sullo svolgimento della rappresentazione: saltano i tempi e le battute, tutte riarrangiate all’impronta così che in definitiva si sovrappongono due rappresentazioni, quella della vita reale dietro le quinte e quella della finzione sul palco.
rumori-fuori-scena

Nel terzo atto sembra che finalmente sia tutto tornato alla normalità: lo spettatore può guardare la scena dal punto di osservazione che gli compete, riparte “Niente addosso” dall’inizio, ma è subito evidente che tutti i dialoghi sono ancora una volta stravolti perché ogni attore non ha altro fine che vendicarsi sui colleghi senza esitare a rovinare lo spettacolo.
Dopo un inizio un po’ lento, la commedia entra nel vivo prendendo ritmi spesso forsennati che mettono alla prova gli attori con battute e sincronismi perfetti (anche nei finti errori previsti dal copione) che, visti successivamente dal dietro alle quinte, risultano ancora più complessi. Tra gli interpreti, e mi riferisco a quelli di “Attori e Tecnici” del Vittoria, si fanno notare Stefano Messina (lo scaltro Roger, quello che dà il ritmo alla maggior parte dello spettacolo), Annalisa Di Nola (Vicky, l’amante di Roger, comica nei suoi modi impacciati) e Marco Simeoli (Philip), del quale avevo già apprezzato la sua recitazione in “Sogno di una note di mezza estate” al Globe Theater e  la cui teatralità napoletana è immediatamente riconoscibile.
E’ interessante che di questi tempi venga proposto al teatro anche “Disaster Commedy”, ovvero la versione italiana della pluripremiata “The Play That Goes Wrong” (2012) che potrebbe costituire una sorta di continuo dei Rumori Fuori Scena. In Disaster Commedy la commedia è davvero rappresentata per intero, ma va tutto storto per colpa di attori inesperti, scenografie cadenti e un copione improvvisato. Il ritmo qui è ancora più serrato e la commedia è adatta anche ai bambini più piccoli.
Vorrei chiudere il cerchio con una commedia che che avevo visto qualche anno fa: è Il Mistero dell’Assassino Misterioso (vedi recensione), di Lillo e Greg,  Chi si trovasse a vedere anche questa, potrà riconoscere qualche tema di una e dell’altra commedia, ripresi mantenendo lo humour inglese con ottimi adattamenti sia alla commedia all’italiana sia alla comicità del duo romano.
Per quest’anno o per il prossimo, suggerisco di prendere nota di questi tre titoli per una serata al teatro divertente e rilassante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...