Pallanuoto: fine stagione a inizio stagione

Velocemente si è conclusa la stagione 2012-2013 del campionato di pallanuoto di A1. Mi è sfuggita quasi per intero, fino alla primavera. Tanti anni fa, in primavera il campionato cominciava appena ad entrare nel vivo e si preparava alle lunghe e combattute sfide scudetto nelle notti d’estate, quelle che vedevamo alla tv in differita nelle sere di luglio e che leggevamo nella cronaca sportiva dei giornali cittadini il giorno dopo, sotto l’ombrellone.
posillipo campione d'italia 1989 (manca Pino Porzio)(sito:Vestivamo in Rossoverde)Come dimenticare quel luglio 1988 nella Scandone stracolma a vedere lo scudetto contro la Canottieri Napoli; oppure le sfide della “classica”  contro la Sisley Pescara nel 1989 e quel 20-18 con i 9 rigori di fila segnati da Gyorgy Gerendas.
Adesso, a metà maggio, è già tutto finito, quasi senza che ce ne accorgessimo: uno sport estivo che l’estate non la vede nemmeno.
Balorda la scelta di concentrare la parte più divertente della stagione in poche partite: al meglio delle tre per le semifinali e finali, addirittura un semplice “andata-ritorno” (come per il calcio) nei quarti di finale. Tutto ciò, mentre il basket addirittura ha puntato sulle 7 partite.
Considerata la sproporzione delle forze in campo (Recco – Brescia e dietro, da lontano, tutte le altre), l’organizzazione del calendario è sembrata quasi una resa al verdetto già scritto, prima ancora che agli impegni della nazionale (mi chiedo: ma la nazionale non giocava anche 20 anni fa?).

Il miglior divertimento è venuto allora dalle gare minori, purchè – ovviamente – non fossero coinvolti Recco e Brescia.
Il Posillipo per un po’ ci aveva creduto: nel quarto di finale, dopo l’8-6  alla Scandone è crollato 13-7 a Firenze. L’Acquachiara invece si era lasciata sorprendere in casa per poi distruggere il Savona in Liguria (7-12). Poca gloria, perchè con il Brescia in semifinale c’è stato poco da capire.
Si è capito solo la qualità in vasca e l’esistenza di due tornei: uno tra Recco e Brescia (finito, direi agevolemente, nell’ennesimo scudetto recchelino e un noiosissimo 13-5 nella partita scudetto) e l’altro, equilibratissimo, tra le restanti che però hanno avuto come unico trofeo quello di far divertire la gente. Il campionato che diverte è evidentemente quello che non vince, come nel miglior spirito olimpico.
Bravo il Posillipo che batte un irriconoscibile Savona sia in Liguria (12-11) sia a Napoli (14-9) raggiungendo un pregevole 5° posto che, ad inizio campionato, sembrava più che una follia. E non fa niente se il primato cittadino è passato all’Acquachiara (piazzamento finale: 4° posto dietro la R.N. Florentia).
Piuttosto farebbe piacere che le strategie per il futuro divenissero solide, ora che ci si affaccerà anche a una competizione internazione. Il Circolo Posillipo passerà attraverso una nuova elezione del presidente che, come sempre, deciderà il prestigio delle attività sportive. Il mercato già dice che andranno via i due ungheresi e soprattutto Baraldi, uno dei giovani su cui investire.
Come ogni anno della storia recente, sembra che la politica societaria sia solo quella di crescita dei giovani del vivaio. Impossibilitati quindi a fare progetti di gloria (peccato, perchè la squadra giovane coinvolge il pubblico), almeno questa volta ci godiamo l’ottimo traguardo, sperando che – prima o poi – il ciclo vincente possa ricominciare.

torta 5° Posto(Foto: CN Posillipo. La foto della SOCOFIMM Posillipo campione d’italia nel  1989 è presa dal sito: Vesitvamo in Rossoverde, di Vincenzo Palomba – Da sinistra: Mino Cacace (allenatore), Georges Gerendas, Massimo Fiorentino, Mario Marsili, Franco Porzio, Piero Fiorentino, Antonello Postiglione, Maurizio De Gennaro, accosciati: Massimo Galante, Fulvio Di Martire, Antracite Lignano, Elios Marsili, Stefano Postiglione. Manca Giuseppe Porzio)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...