Play off pallanuoto, primo atto: Acquachiara-Posillipo 8-11

Le avvisaglie di Coppa Italia non hanno illuso i tifosi posillipini e finalmente mettiamo una bracciata avanti ai cugini (o forse più correttamente “figli”) dell’Acquachiara. Dopo due scoppole in campionato, il Posillipo pare abbia tutta l’intenzione di regolare i conti anche in mia assenza e l’8-11 della prima partita dei quarti di finale dei play off sembra riproporre il circolo di Santa Lucia per la leadership cittadina.
Ancora una volta lontano dalla piscina, mi affido alla TV che però non mi permette di lavorare di fino per il mio resoconto, anche se mi spiega da dove nasce l’idea delle linee luminose rosse e verdi dei 2 e 4 metri. Davanti allo schermo, seppur con molta rifrazione, un aiuto in più sulla posizione dei giocatori si riesce ad avere. Quanto sia utile, questo non saprei dire…
L’inizio mi sembra promettente: dopo 1’18” Paskovic stacca il Posillipo dai blocchi con una bella sciarpa volante su passaggio di Saccoia. Dopo il raddoppio di Baraldi, l’Aquachiara comincia a macinare gioco grazie soprattutto a Petkovic (alla fine chiuderà con 4 reti) e il primo tempo finisce sul 3-3.
Valentino Gallo mette invece la firma sul secondo parziale: il Posillipo riprende il +2 che conserva fino a metà gara  (4-6) con doppietta del mancino e gol di Baraldi su una velocissima e ariosa azione in superiorità numerica.
Il terzo tempo procede molto confuso: errori da entrambe le parti, con l’Acquachiara che si rifà sotto con un parziale di 3-2 (bellissimo il sinistro di Primorac sotto l’incrocio dei pali) che porta l’incontro sul 7-8. A 30” dal termine il Posillipo fallisce il primo match point: c’è un doppio controfallo che lascia Baraldi a tu per tu con Kacic, ma il tiro sonnolento è parato dal portiere dell’Acquachiara.
Anche il quarto tempo inizia molto confuso. Dopo un minuto il Posillipo ha una doppia superiorità numerica che spreca banalmente; poi due altre superiorità sono finalizzate da Minguell che porta il Posillipo sul 7-10 a 3’40” dalla fine. Dalla TV Francesco Postiglione avverte che l’Acquachiara non è mai doma e infatti bastano 15” a Petkovic per il 8-10 (unico gol della squadra di Mirarchi a parità numerica) mentre i miei scongiuri sono vani. Ancora 40” e un ingenuo errore di Negri lascia il Posillipo in inferiorità numerica, ma Marcz grazia i rossoverdi tirando nel mucchio. Non bastasse, ci si mette Guidaldi a 1’40” che prima ottiene una espulsione e poi fa controffallo facendo di fatto sfumare la terza superiorità di fila per l’Acquachiara e la possibilità di rimettersi in corsa. L’ultima rete è di Baraldi che lentamente chiude dietro Kacic l’ultima superiorità dell’incontro a 20” dal termine.
Il ritorno, in programma venerdì sera, oltre a costringermi a una fuga anticipata da Roma per raggiungere la Scandone, proporrà di sicuro una Acquachiara più scarica dalla tensione da battesimo playoff e quindi niente sarà dato per scontato. L’exploit di Brescia in Coppa Italia potrebbe far ben sperare per qualche risvolto a sorpresa del campionato. Ma questa sarebbe fantascienza e visto l’andazzo delle partite disputate fino ad oggi direi che, per cominciare, a me basterebbe mantenere il primato in città. Possibilmente a partire da venerdì prossimo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...