Il mistero delle pietre rotolanti

Non so se vi è mai venuta la bizzarra idea per cui anche  gli oggetti possano avere un’anima o un’intelligenza. Vi sarà capitato, ad esempio, di poggiare una borsa su un tavolo e dopo un po’ vederla rotolare per terra; oppure, che so, di lottare con un rigatone che si rifiuta ripetutamente di entrare nella pentola con l’acqua bollente.
Eppure l’ipotesi, apparentemente folle, che anche le cose “inanimate” posseggano un’intelligenza, è stata presa in considerazione da qualcuno. Ad esempio, ricordo che lo scrittore Isaac Asimov non escludesse che, nel nostro viaggio in cerca di vite extraterrestri, potessimo imbatterci in posti apparentemente “inabitati”, ma dove invece le forme di vita “intelligenti” possano essere le pietre, laddove la loro intelligenza consisterebbe nella  capacità di restare sempre e costantemente ferme e immutabili.
A  chi crede che gli oggetti abbiamo vita propria viene in soccorso ciò che accade dal 1940 nella Valley of Death, nel deserto di Mojave in Arizona, e precisamente nella Racetrack Playa. In questa distesa arida e perfettamente piatta si osserva da anni il fenomeno delle “pietre rotolanti”,  pietre cioè che sembrano muoversi per conto loro. Infatti qui e là si possono notare delle tracce che seguono alcuni sassi senza altri segni che possano ricondurre il movimento ad azioni umane.

Queste pietre, che pare siano oggi pochissime unità e che pesano mediamente da 1 a 40 kg, non sono state, d’altra parte, mai viste muoversi.

C’è chi ipotizza che possano essere mosse dal vento aiutate dal terreno fangoso o ghiacciato. Alla fine, sono scesi addirittura in campo gli studiosi della NASA, che hanno prodotto un studio che pure non risolve i dubbi.
Chissà se, come Nessie, vogliamo davvero sapere il segreto della Valle della Morte, oppure piuttosto vivere immaginando che ci siano “rolling stones” altrettanto famose quanto quelle che suonano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...