The Musical Box: un salto nel passato

 

Come si sa, i tempi cambiano e da molto siamo abituati all’idea di non rivedere i Genesis esibirsi come facevano una volta. Lo so, tornano in tournee a luglio, ma….passiamo oltre….
Ai “The Musical Box” va il merito di riproporre i leggendari concerti degli anni 70 che resero tanto famosa la band e che, allo stesso tempo, condussero il buon Peter a prendere altre strade.
Il 17 febbraio al Tendastrisce di Roma (dotato di acustica secondo me non molto degna) il gruppo canadese ha riproposto “Selling England by the Pound”.
Per me è stata la prima volta che ho assistito ad un loro concerto e, data la mia età (quando Peter lasciò il gruppo non avevo ancora un anno), è stata l’occasione per (ri)vivere le atmosfere dei tempi andati. Quindi non potrò sicuramente giurare sulla fedeltà della loro rievocazione, ma più di me possono testimoniare gli stessi Genesis che hanno approvato e apprezzato le esibizioni dei loro “cloni”.
 

La voce di Denis Gagné è a tratti spaventosamente simile a quella di Peter e anche fisicamente i due sono abbastanza simili (parlo ovviamente del Peter di 30 anni fa!); le sue movenze sono curate poi con molta attenzione. Ottimi tutti i musicisti. Se non sono cambiati dovrebbero essere: David Myers (Tony Banks), un sorprendente Martin Levac, uguale a Collins in voce, sembianze e movenze (pare sia pure mancino!), Sébastien Lamothe, che fa apprezzare il duro lavoro di Rutherford e François Gagnon (Steve Hackett) talvolta un po’ in affanno.

 
Insomma, quando sentirò ancora suonare per intero Firth of Fifht con tanto di introduzione (perfetta!), Cinema Show, la storia di The Musical Box e quella di The battle of Epping Forest ?  E poi…Supper’s Ready che vederla così è sempre un piacere!
Ottime le esecuzioni, le scene e i costumi ricostruiti minuziosamente e la presa scenica di tutti, Denis in testa il quale, personalmente, mi risulta molto simpatico.
Insomma una occasione unica per ascoltare dal vivo ottima musica – e qui mi preme dirlo: la musica è oggettivamente ottima! – che si fonde perfettamente con la scena.
Straordinario, e ciò mi rende orgoglioso di essere un fan di questo gruppo, vedere al concerto papà cinquantenni e bimbi di 10 anni (a proposito, accanto a me c’era una favolosa bimba che ha seguito tutto il concerto attentamente! Alla faccia di chi si addormenta a Supper’s Ready, vero Francesco??).
E poi la sintonia tra fans nasce subito: un piacere incontrare Duke of Mar, Leviathan e il babbo e la travolgente Salmacis. Mi spiace per quelli che non siamo riusciti a individuare.
A chi sostiene che i pezzi di trenta anni fa oggi non sono più proponibili e si ostina a suonare dal vivo le canzoni degli anni 80, io vorrei far sapere che non la penso tanto allo stesso modo e sabato mi sono emozionato: l’emozione nel vedere i TMB è quella di non avere potuto vedere i Genesis di Gabriel. Forse la magia è proprio questa e allora meglio che duri…
Comunque a novembre torno a vederli!
P.S. Vorrei iniziare la mia fidanzatina ai Genesis. Da dove comincio? Da “Selling England” o da “Abacab”?? J

Annunci

7 risposte a “The Musical Box: un salto nel passato

  1. DOMENICO TUTTO OK CIO’ CHE SCRIVI MA TI SUPPLICO NON INIZIARE LA RANINA CON ABACAB (lo sputtanamento storico dei tuoi adorati GENESIS)! AZZ! MA NON LO FARESTI MAI….SPERO. DANCIN’ WITH MOONLIT KNIGHT POTREBBE ANDAR BENE….
    CIAO.

  2. …travolgente??waaa grazie,mi fai emozzzzionare!!! 😀
    senti,secondo me la tua tipa con abacab si schifa e con selling si addormenta o s’incazza 😀 è tosto per un principiante!!perchè non provi con una via di mezzo?tipo ATTWT??cmq sul forum c’è un topic con tipo "quale album regaleresti",e finiamo per parlare di come iniziare la gente alla vocazione genesis! 😀
    mitico domi,ci si becca! 😉

  3. ma ciaooo!!!
    è sempre un piacere ritrovarti tra i commenti..allora vedrò di essere ancora più acida del solito così esce meglio la mia simpatia 😀
    un salutone!!!

  4. Commenti dal Genesis Forum Italia
     

     
    Leviathan
    Molto bellino il blog…cmq tra Selling England ed Abacab ti consiglio di cominciare con qualcosa di più leggero come Abacab…sarebbe un impatto troppo forte per lei cominciare con Selling penso…
     
    Cymbaline
    scherzerete… se le fai ascoltare Abacab, la allontani definitivamente!!
     
    Leviathan
    In effetti a parte la stessa Abacab, in quell’album ce ben poco…be’ allora cominciare da Duke non sarebbe male…
     
    Duke of Mar
    Domenico, permettimi di postare il tuo reportage del concerto: sintetico ed efficace.http://domenico1974.spaces.live.com/P.s.: travolgente?!?!? E chi la ferma più adesso… P.p.s.: per iniziare la fidanzatina ti consiglio A trick of the tail. Romantico, onirico, poetico, ma anche incalzante…

  5. Domenico,forse il tuo problema deriva da explorer 6 che vedo dai dati del mio shiny stat tu usi ancora!….dammi retta installa explorer 7 e risolverai molti problemi.Grazie x auguri,a valencia ci vorrà un’altra INTER!
    P.S. MA AIUTAMI A CAPIRE: IL TUO POSILLIPO E’ A SALERNO? SENTENDO RISULTATI DI PALLANUOTO MI SEMBRA DI AVER CAPITO POSILLIPO SALERNO,bo’ io pensavo fosse a napoli….. ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...